Per fare tutto quello che non si poteva

di Cristiana Montani Natalucci - 31 Ottobre 2020

 from Rome, Italy

   DOI: 10.48256/TDM2012_00153

Voglia di ballare un reggae in spiaggia,
Voglia di riaverti qui tra le mie braccia,
In una piazza piena,
Per fare tutto quello che non si poteva.

Questa è stata la colonna sonora dei nostri ultimi 4 mesi. E tutte le peggiori paure si sono materializzate, in questi giorni, davanti ai nostri occhi: una recrudescenza da sempre prevista, ma in realtà mai immaginata nella sua possibile dimensione e nei suoi impatti devastanti, le nuove restrizioni, la rabbia, il crescente disagio sociale, il negazionismo che soffia sulla pancia delle persone che, sempre più spaventate, non sono in grado di comprendere una realtà via via più complessa e che quindi si sfila da ogni logica.

Che cosa abbiamo fatto per meritare questo? abbiamo pensato di aver già sconfitto il virus, abbiamo ballato, sudato insieme, bevuto allo stesso bicchiere, ci siamo abbracciati.

Ma soprattutto, che cosa non abbiamo fatto? non abbiamo implementato il sistema dei trasporti pubblici, non abbiamo controllato che sulla flotta esistente, il distanziamento fisico fosse mantenuto, non lo abbiamo previsto negli aerei ritornati pieni al 100%, non abbiamo rinforzato le linee della medicina territoriale, non abbiamo intensificato adeguatamente la dotazione umana e tecnologica del contact tracing, che ora è quasi sul punto di essere travolto.

Insomma, non abbiamo tenuto il rigore che aveva contraddistinto i nostri comportamenti durante la prima fase. Abbiamo mollato la presa, con l’arroganza di voler tornare allo stile di vita precedente, come se nulla mai fosse successo. Appunto, rimozione.

Virus – specie umana: 1 a 0 palla al centro.

 

Cristiana Montani Natalucci

Direttore Responsabile della Newsletter
Think Tank Trinità dei Monti

***

Nota della redazione del Think Tank Trinità dei Monti

Come sempre pubblichiamo i nostri lavori per stimolare altre riflessioni, che possano portare ad integrazioni e approfondimenti. 

* I contenuti e le valutazioni dell’intervento sono di esclusiva responsabilità dell’autore.

Editor’s Note – Think Tank Trinità dei Monti

As always, we publish our articles to encourage debates, and to spread knowledge and original and alternative points of view.

* The contents and the opinions of this article belong to the author(s) of this article only.

Autore